Copy
News del Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
a cura di Liù M. Catena, Livia Giacomini, Giordano Amicucci
Comitato Scientifico: Francesco Berrilli, Viviana Fafone, Mauro Sbragaglia, Roberto Senesi
Dicembre 2016 / Numero 2
 
RICERCA
Tor Vergata e ASI: accordo per 'Attività di Studio per la comunità di Cosmologia - COSMOS'
Il 19 Dicembre 2016, il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ha stipulato con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) l’Accordo n. 2016-24-H.0 per “Attività di studio per la comunità scientifica di Cosmologia - COSMOS”. Il Progetto della durata di 36 mesi è coordinato a livello nazionale dal Prof. Nicola Vittorio e ha come obiettivo la definizione di una roadmap per la realizzazione di esperimenti da terra, da pallone e dallo spazio che rendano la comunità cosmologica italiana sempre più competitiva e ben inserita a livello europeo e mondiale. Particolare attenzione verrà dedicata all’esperimento Large Scale Polarization Explorer (LSPE), già finanziato dall’ASI. Per saperne di più: News Uniroma2 Webwww.cosmosnet.it
Tor Vergata nello spazio
Sono 13 gli esperimenti selezionati dall'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per la Missione Vita (Vitality, Innovation, Technology, Ability), che alla fine di maggio 2017 porterà l'astronauta italiano dell'Esa Paolo Nespoli per la terza volta sulla Stazione Spaziale Internazionale, SSI. Tra questi 13, segnaliamo MINIEUSO (resp. scientifico Dott. Marco Casolino, Dip. Fisica Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e INFN sezione Roma "Tor Vergata"), un telescopio rifrattivo basato su lenti di Fresnel per lo studio e il monitoraggio di emissioni notturne in banda ultravioletta di origini terrestre, atmosferica e cosmica (ricadute possibili: rimozione di detriti spaziali, rilevazioni di nuova generazione di radiazioni a terra); LIDAL (resp. scientifico Prof. Livio Narici, del Dip. Fisica Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e INFN Roma "Tor Vergata"), un rivelatore di particelle (perfezionamento del rilevatore ALTEA), per la misura della radiazione nella ISS con capacità di dettaglio senza precedenti (ricadute possibili: stima e monitoraggio del relativo rischio biologico, nuove contromisure per il rischio da radiazione). Fonte: http://www.asi.it/it/news/e-vita-sia
LIMADOU Scienza
Il 16 Dicembre 2016 è partito dai laboratori del Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e dell’INFN lo strumento di volo HEPD, partecipazione italiana alla missione italo-cinese CSES-LIMADOU. Compito di CSES sarà quello di consentire un nuovo tipo di monitoraggio delle perturbazioni della ionosfera dallo spazio, al fine di monitorare l’ambiente di radiazione attorno alla Terra possibilmente legato all’occorrenza di terremoti. Alla missione italiana CSES-LIMADOU partecipano le Università e le sezioni INFN di Roma Tor Vergata, Napoli, Perugia, Bologna, Trento-TIFPA, i Laboratori Nazionali di Frascati dell’INFN, l’Università telematica Uninettuno, l’IAPS-INAF, l’IFAC/CNR e l’INGV. Il responsabile scientifico per il Dipartimento di Fisica dell'Università di Roma "Tor Vergata" è la Prof. Roberta Sparvoli. Per saperne di più
Un telescopio solare al Polo Sud – Il South Pole Solar Observatory
Dai primi giorni di gennaio 2017 Francesco Berrilli (docente di Fisica Solare e Climatologia Spaziale, Dip. Fisica Università degli Studi di Roma "Tor Vergata") e Stefano Scardigli (PostDoc, Dip.  Fisica Università degli Studi di Roma "Tor Vergata") si trovano presso la Stazione Polare Amundsen-Scott, al Polo Sud geografico, per installare e rendere operativo un telescopio solare per la ricerca astrofisica nel campo delle onde di gravità nell’atmosfera solare e della meteorologia spaziale (Space Weather). Il progetto, finanziato dal National Science Foundation con un piccolo supporto del PRIN-MIUR 2012 è coordinato dal Prof. Stuart Jefferies della Georgia State University. Il team antartico è composto da ricercatori dell’Università delle Hawaii, Georgia State University, Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", JPL e European Space Agency. Leggi il comunicato ANSA - News su Uniroma2 Web
Fasci di neutroni per studiare antichi strumenti
Studiare un prezioso violino del 17esimo secolo senza sfiorarlo, penetrando in modo non invasivo la materia e i suoi segreti, ricostruendone tutti i dettagli della struttura esterna ed interna. Questo l’argomento di una recente ricerca coordinata dalla Prof.ssa Carla Andreani e dalla Dott.ssa Giulia Festa del Dipartimento di Fisica dell’Università degli studi di Roma "Tor Vergata", che coinvolge ricercatori del Centro NAST dell'Università. A rendere possibile lo studio, l’uso dello strumento IMAT, che grazie alla tomografia con fasci di neutroni permette  per la prima volta di produrre immagini ‘virtuali’ e tridimensionali degli oggetti studiati. IMAT, inaugurato recentemente nell'Oxfordshire, è frutto di una collaborazione italo-inglese tra CNR e l’omologo inglese STFC.
Per saperne di più: News Uniroma2 Web - Sito del Centro NAST - Clip dal notiziario BBC South (link) e TG Leonardo (link)
ARTICOLI
COEXAN su Platinum - Il Sole 24 Ore
Pubblicato sul numero di Novembre di Platinum, rivista che esce con Il Sole 24 Ore, un articolo sul progetto CoExAn. CoExAn è un consorzio di 9 gruppi di ricerca internazionali, in cui l’Italia è rappresentata dall’Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e dal CNR, finanziato dall'Unione Europea. Il principale obiettivo di CoExAN è lo studio teorico e sperimentale di nanocircuiti di carbonio. Il progetto è coordinato dal Dipartimento di Fisica dell'Università di Roma di "Tor Vergata" nella persona della Prof.ssa Olivia Pulci. Per maggiori informazioni http://inp.bsu.by/coexan
EVENTI
Incontro con le Parti Sociali
Il 12 dicembre 2016, i Professori Annalisa D'Angelo e Ivan Davoli del Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", rispettivamente coordinatori del Corso di Laurea in Fisica e del Corso di Laurea in Scienza dei Materiali, hanno organizzato un incontro tra le parti sociali e gli studenti universitari. L'obiettivo è di creare e mantenere uno stretto collegamento tra la formazione universitaria e le competenze e i profili professionali/culturali necessari al mondo della produzione e della ricerca. Durante l’incontro è stato dato ampio spazio a confronti e consultazioni con le aziende ed enti di ricerca per evidenziare esigenze formative e valutare sbocchi professionali.
ACCORDI E CONVENZIONI
Accordo con Aeronautica
Definito un accordo attuativo tra il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e l’Aeronautica Militare, Stato Maggiore Aeronautica – 3° Reparto, con l'obiettivo di avviare un percorso formativo concordato nel campo della Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia. Il percorso ha avuto inizio nel primo semestre dell’Anno Accademico 2016/2017.
DIDATTICA
AstroMundus a Tor Vergata
Si stanno svolgendo presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Roma "Tor Vergata" le lezioni dei corsi per gli studenti di ASTROMUNDUS. ASTROMUNDUS è un progetto Erasmus in Astronomia e Astrofisica partito nel 2009, arrivato alla sua sesta edizione, che ospita studenti della laurea magistrale provenienti dalla Cominutà Europea o dal resto del mondo. Oltre a Roma "Tor Vergata", partecipano l'Università di Padova,  l'Università di Innsbruck (Austria), l'Università di Goettingen (Germania) e l'Università di Belgrado (Serbia), a cui vanno aggiunti cinque Istituti di ricerca associati: Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – Gran Sasso Science Institute (INFN - GSSI), Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Astronomical Observatory of Belgrade (AOB) ed il Max Planck Institute for Solar System Research (MPS). Il progetto è interamente supportato dall'Unione Europea e riprende in chiave moderna il concetto dei "Clerici Vagantes" di epoca medievale: agli studenti viene infatti chiesto di muoversi in almeno due diverse Università del consorzio. Il coordinatore per la sede di Roma "Tor Vergata" è il Prof. Giuseppe Bono.
Link alla pagina del progetto AstroMundus e alla pagina dei corsi Astromundus presso Tor Vergata.
WELCOME
Il Dipartimento di Fisica dà il benvenuto

Ai Ricercatori
 
    Dr. Luca Giovannelli (RTD/a) - Fisica Solare   
    Dr. Luigi Mancini (RTD/b) - EsoPianeti
    Dr. Michele Pinamonti (RTD/a) - Esperimento ATLAS
    Dr. Marco Vanadia (RTD/a) - Esperimento ATLAS
 
Agli Assegnisti di Ricerca e Borsisti
 
    Dr. Daniele Belardinelli - ERC Starting Grant DROEMU
    Dr. Fabio Bonaccorso - ERC Advanced Grant NewTURB
    Dr. Francesco Palma - ASI/LIMADOU
    Dr. Vladimir Lukovic - Gruppo Teorico di Cosmologia
    Dr. Valeria Sequino - Borsista del Progetto VIRGO
 
Ai Visiting Professor
 
    Prof. Volodymyr Tretyak dell'Institute for Nuclear Research di Kiev (Ucraina)
   Prof. Andrei Vladimirovich Marshakov del Lebedev Physics Institute di Mosca (Russia)
 
Ai Visiting Scholar
 
   Prof. Alexei A. Mailybaev del National Institute of Pure and Applied Mathematics di Rio de Janeiro (Brasile)
FAREWELL
Eugenio Coccia eletto Rettore del Gran Sasso Science Institute (GSSI)
Eugenio Coccia, già ordinario di Astrofisica e di Fisica Sperimentale del Dipartimento di Fisica dell'Università di Roma "Tor Vergata", è stato eletto Rettore della nuova Scuola Universitaria Superiore “Gran Sasso Science Institute” (GSSI). Il Prof.  Coccia, conosciuto in particolare per la sua attività nella fisica astroparticellare e per la ricerca delle onde gravitazionali, è tra gli autori della recente scoperta delle Onde Gravitazionali e delle prime osservazioni dirette dei buchi neri. Link al GSSI
Newsletter del Dipartimento di Fisica, Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"

Stai ricevendo questa mail perchè sei nella lista contatti della redazione della Newsletter del Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata".

Se non vuoi più ricevere queste newsletter contattaci a: newsletter.fisica.unitov@gmail.com e clicca qui
Se vuoi segnalare delle news alla redazione contattaci a: newsletter.fisica.unitov@gmail.com


Email Marketing Powered by Mailchimp