Copy
Se non visualizzi correttamente la newsletter visita la versione WEB
Aggiungi news@associazioneilrisveglio.it alla tua rubrica per ricevere sempre i nostri messaggi.

Newsletter Marzo 2017
 

English for all
 

Lezioni di inglese per principianti avanzati

Reggio Emilia,

da giovedì 23 febbraio

   con Barbara Canovi

Si ricomincia con le lezioni di inglese per principianti avanzati, proseguendo nello studio dei fondamentali della grammatica, insieme all'apprendimento del lessico e all'ascolto di facili conversazioni; il tutto corredato da esercizi di consolidamento da farsi durante la lezione e a casa.
 

Orari: giovedì dalle 18,45 alle 20,15

Sede: c/o Il Risveglio, via Soglia 2/e Reggio Emilia

Iscrizioni: contattare Enrica 348.2632910 - Barbara 339.8232892


 Il corso è riservato i soci de Il Risveglio

email per info
Corso di QIGONG



il lunedì a Parma dalle 17,30 alle 18,45 e dalle 19 alle 20,15
il martedì a Reggio Emilia dalle 19 alle 20,15
 
E' possibile iniziare il corso in qualsiasi momento dell'anno.
INFO: Giovanni 347.2753414

Il corso è riservato ai soci de Il Risveglio

INTRODUZIONE ALL'ASCOLTO

CRANIOSACRALE

Reggio Emilia 1-2 aprile 2017

 

con Enrica Daziano

La tecnica cranio-sacrale si basa sull’ascolto dell’onda energetica prodotta dal flusso del liquor tra le meningi (pia madre e aracnoide), attorno all’encefalo e al midollo spinale. Il movimento prodotto dal liquor ha un suo ritmo, non sovrapponibile alla respirazione o al battito cardiaco, diffuso in tutto l’organismo, poiché le meningi fanno parte del sistema di fasce e di tessuto connettivo che accompagna ogni parte del corpo. La perdita di movimento di qualunque tessuto, disturba il meccanismo di autoregolazione e porta al degrado delle funzioni fisiologiche. Le alterazioni del fisico o della mente possono modificare il sistema cranio sacrale, quindi, operando su tale sistema con momenti di ascolto, permettiamo alle crisi e ai traumi di affiorare, espandersi e integrarsi, ridiamo  movimento alla struttura, così che l’organismo inizi il suo percorso verso il naturale riequilibrio.
 

Orari: SABATO ore 14,30 – 19,30 ; DOMENICA ore 9,30 – 18,30

Sede: via Soglia 2/e, Reggio Emilia

Iscrizioni: entro il 27 marzo - Enrica 348.2632910

Il corso è riservato ai soci de Il Risveglio

email per info


 

Perché l'8 marzo si regalano le mimose? Dal 1977 la Festa della Donna è un evento internazionale. In tutto il mondo, infatti, vengono fatte manifestazioni e festeggiamenti per ricordare le lotte sociali e politiche che le donne hanno affrontato per ottenere gli stessi diritti dell'uomo.Tuttavia il fiore di mimosa è un'usanza tutta italiana. Come mai? Per scoprirlo dobbiamo tornare indietro di quasi 70 anni e arrivare al 1946, quando due donne iscritte all'Udi (Unione donne italiane), Rita Montagnana (moglie di Palmiro Togliatti, uomo politico italiano) e Teresa Mattei, proposero di adottare questo fiore come simbolo della Festa della Donna: infatti la mimosa era (ed è) una delle poche piante a essere fiorita all'inizio di marzo e aveva il vantaggio di essere poco costosa. 

8 marzo 2017


 

REGGIO EMILIA. Quest’anno l’8 marzo si sciopera. Le mimose non sono escluse, ma è gradito un tocco di fucsia, il colore della protesta, mentre il simbolo è rappresentato da una matrioska. E non a caso. Perché una matrioska sola può contenere dalle 3 alle 60 piccole-grandi donne.

“Non una di meno”, questo il nome del movimento femminista che ora ha un comitato reggiano. Si è costituito attraverso le due partecipate assemblee del 18 febbraio all’Ostello della Ghiara e del 23 febbraio al Catomes Tôt e sta lavorando per preparare lo sciopero delle donne dal lavoro produttivo e riproduttivo lanciato in quaranta paesi del mondo.

Uno sciopero spalmato su otto temi e altrettanti tavoli tematici: lavoro e welfare, femminismo migrante, diritto alla salute sessuale e riproduttiva, educare alle differenze, percorsi di fuoriuscita dalla violenza, sessismo nei movimenti, narrazioni della violenza attraverso i media, piano legislativo e giuridico.

continua la lettura
Gli alberi parlano tra loro

conferenza di Suzanne Simard
(18 minuti, in inglese con sottotitoli in italiano)
tratta da www.ted.com


 
clicca qui per ascoltare la conferenza
foto di Fabio Aguzzoli - www.tempoinunclic.it



Non c’è felicità per chi non viaggia, Romita

A forza di stare nella società degli uomini,

Anche il migliore di loro si perde,

Mettiti in viaggio.

I piedi del viandante diventano fiori,

La sua anima cresce e dà frutti

E i suoi vizi sono lavati via dalla fatica del viaggiare.

La sorte di chi sta fermo non si muove,

Dorme quando quello è nel sonno

E si alza quando quello si desta

Allora vai, viaggia Romita.

 

Passo del Brahmana
Testi religiosi indiani composti in sanscrito intorno al XI-IX secolo a.C.

I Brāhmaṇa risultano essere la più antica testimonianza di testi sanscriti composti in prosa.

Luna di marzo

luna della tempesta, luna del seme,
luna dei venti, luna dell'aratro,
luna della linfa, luna del corvo

 
scarica qui il calendario della luna di marzo

Marzo in cucina

 
Involtini di spinaci e tofu


 

Per 8 involtini: 16 fogli di pasta fillo (15x24 cm), 500 g di spinaci freschi, 25 g di pinoli, 125 g di tofu, la scorza di 1 limone, noce moscata qb, zenzero fresco qb, olio evo qb, sale, pepe.

 Lavate con cura gli spinaci e cuoceteli in abbondante acqua salata. Fateli raffreddare e strizzateli accuratamente per eliminare l’acqua in eccesso. Nel frattempo saltate in una padella antiaderente il tofu sbriciolato (potete farlo con le mani) insieme a un filo di olio extravergine di oliva. Unite gli spinaci, il pepe nero, lo zenzero grattugiato, la scorza del limone e la noce moscata. Mescolate accuratamente e correggete di sale. A parte tostate velocemente e, senza altri grassi, i pinoli, che aggiungerete agli altri ingredienti. Ritagliate dai fogli di pasta fillo dei rettangoli delle dimensioni di 15×24 cm e sovrapponeteli a coppia su un tagliere o su un piano liscio. Ricordate di coprire i fogli di pasta fillo rimanente mentre realizzate il taglio degli altri perché questa pasta è molto delicata e tende a seccarsi molto facilmente (la potete coprire con della pellicola o con un panno pulito leggermente umido). Distribuite al centro ciascuna coppia 2 cucchiai di impasto, piegate i quattro bordi verso l’interno per circa 1 cm e poi arrotolateli ad involtino. Spennellate la superficie di olio extravergine e infornate a 200 gradi per circa 10 minuti, forno statico, avendo cura di non bruciare le estremità della pasta fillo. 

Gnam!
 

Copyright © 2017 Associazione Il Risveglio
Tutti i diritti sono riservati.